Dieta Flessibile® Italia
La Dieta Senza Stress

Calorie Pasta: da quella classica all’integrale

0 30

In questo articolo scopri le calorie della pasta, da quella classica all’integrale, per mangiare in modo sano ed equilibrato.

La pasta è uno degli alimenti che crea più discussioni nell’ambito della costruzione di un piano alimentare.

Se da un lato si tende sempre a mantenere le distanze dai carboidrati, all’apparenza così calorici, dall’altro è bene rendersi conto che, come per qualsiasi alimento, è la quantità a fare la differenza e non il cibo stesso.

Molti pensano che eliminare i carboidrati fa dimagrire, ma in realtà non è esattamente così…

In un’alimentazione sana ed equilibrata è infatti molto importante includere ogni tipo di alimento per assimilare tutti i macronutrienti e i micronutrienti.

Per dimagrire non bisogna eliminare un tipo di alimento, come ad esempio la pasta o il pane, ma mangiarne la giusta quantità

Nel caso specifico la pasta non è altro che un impasto di farina ad acqua che, se ben gestito, può portare benefici alla propria dieta tanto quanto qualsiasi altro cibo ben più osannato, quali riso e avena.

Inoltre essendo parte integrante della nostra cultura, eliminare totalmente la pasta (o i carboidrati in genere) può influire negativamente anche sul piacere di sedersi a tavola.

Ma a parte tutto è vero che la pasta è molto calorica?

Scopriamo assieme il contenuto calorico della pasta, la quantità di macronutrienti e l’indice glicemico di questo alimento che tanto ci piace mangiare.

Pasta Integrale vs Pasta Normale

Qual è la differenza fra la pasta integrale e quella classica?

Entrambe le tipologie di pasta derivano dallo stesso prodotto iniziale.

Ciò che le differenzia è solamente la presenza o meno di un processo di raffinazione della semola.

Dal punto di vista chimico non vi è una grande differenza, ma la pasta integrale ha sicuramente più benefici.

Leggendo i valori nutrizionali della pasta di qualsiasi marca, possiamo infatti notare che la pasta integrale contiene più sostanze nutritive.

Fra i benefici della pasta integrale:

  • contiene più fibre rispetto a quella di semola
  • ha un indice glicemico più basso
  • contiene più vitamine (principalmente del gruppo B ed E)
  • rallenta l’assimilazione di grassi e zuccheri
  • è ricca di carboidrati complessi
  • contiene un maggior numero di antiossidanti
  • aumenta il senso di sazietà
  • favorisce la regolarità intestinale

La pasta integrale, grazie a tutte le sue proprietà, è sicuramente più indicata per il controllo del peso, ma questo non significa che non si possa mangiare la normale pasta a dieta.

Andando più nello specifico quante calorie ha la pasta?

Calorie della Pasta

Tralasciando quelle che sono tipologie di pasta “speciale”, ossia prodotte per soddisfare esigenze particolari (pasta senza glutine, pasta per diabetici), in media a 100 grammi di pasta hanno un contenuto calorico tra le 340 e le 360 kcal.

Le calorie della pasta integrale sono di poco inferiori e si attestano tra le 330 e le 350 kcal.

Considerato il potere saziante della pasta secca (dato che con la cottura si arricchiste di acqua assumendo volume) e la quantità ben bilanciata dei macro nutrienti al suo interno, potremmo dire che questo alimento trova una facile collocazione all’interno di qualsiasi piano alimentare, quantomeno per ciò che riguarda diete finalizzate al mantenimento o all’incremento del peso.

Nello specifico le kcal associate ai carboidrati nella pasta si aggirano attorno al 78-83%, mentre quelle derivanti dalle proteine sono tra il 15% e il 17%.

Una minima percentuale è di origine lipidica, questo significa che la pasta semplice è praticamente priva di grassi.

La pasta quindi non è di per sé un alimento grasso, ma ciò che realmente fa la differenza è molto spesso il condimento.

Basti pensare che 50 grammi di pesto, una delle salse più semplici con cui preparare la pasta, apportano circa 250 kcal.

Nella costruzione della dieta è quindi fondamentale scegliere condimenti adatti.

Completando il proprio pasto con un sugo o con un secondo prevalentemente proteico è possibile inoltre bilanciare sia il contenuto calorico che la divisione dei macro nutrienti.

Se vuoi qualche consiglio su come cucinare la pasta a dieta, leggi anche l’articolo “Pasta Dietetica Ricette e Consigli per la Dieta“.