Dieta Flessibile® Italia
La Dieta Senza Stress

Come Ridurre la Fame?

0 287

Come ridurre la fame ed evitare di pensare sempre al cibo?

Potresti mangiare in qualsiasi momento della giornata, dal dolce al salato hai sempre voglia di gustare qualcosa… ma eviti il più possibile le tentazioni perché sei sempre a dieta.

“Perché ho sempre fame?”

Se stai leggendo questo articolo probabilmente vuoi capire da cosa dipende questa fame eccessiva e soprattutto come ridurla.

Vediamo quali possono essere le cause e come seguire un’alimentazione sana ed equilibrata per restare in forma.

Perché Ho Sempre Fame?

La soluzione anti fame passa attraverso una conoscenza approfondita delle cause che la originano.

Non potrai mai capire come ridurre la fame se non ti interroghi prima su quando e perché inizi a provare la voglia di mangiare.

La fame può essere la causa di una effettiva necessità di cibo o uno stimolo psico-fisico che ci avverte che siamo preoccupati o annoiati.

Prima di tutto bisogna capire cosa si mangia durante la giornata e quando si ha fame: al mattino? Il pomeriggio? La sera? Durante tutto il giorno?

Se ad esempio la fame si avverte solo la mattina e prima di pranzo, allora probabilmente il nostro corpo ha solo bisogno di più energia.

Se invece si passa tutto il giorno a sgranocchiare qualcosa, anche dopo i pasti, allora è più facile che si tratti di fame nervosa causata da stress e ansia.

Vediamo quindi come comportarci per tutte le più comuni situazioni di fame o appetito.

Come Eliminare il Senso di Fame

Il senso di fame fisiologico si avverte tramite un brontolio allo stomaco che a volte si accompagna anche a un senso di debolezza e irritabilità.

Se hai delle giornate particolarmente intense è normale che la fame si faccia sentire a metà mattina e soprattutto prima dei pasti principali.

In questi casi il consiglio è di fare una colazione nutriente e non dimenticare mai lo spuntino a metà mattina.

In questo modo non arriverai a pranzo con una fame da lupi!

Se hai fame dopo aver mangiato allora i possibili problemi sono due: o mangi male o non assimili bene i nutrienti.

In entrambi i casi dovresti contattare un nutrizionista per una dieta personalizzata in base alle tue esigenze.

Se il senso di fame è passeggero e non presenta sintomi tipici della fame, allora molto probabilmente stai cercando una consolazione nel cibo.

La cosiddetta fame nervosa è un problema molto comune, che può originare per diverse cause spesso legate allo stress, alla noia o alla tristezza.

Chi ha questi attacchi di fame mangerebbe tutto quello che trova in frigo o nella dispensa anche senza avere realmente fame.

In questi casi per resistere alle tentazioni, può essere d’aiuto tenersi impegnati, distrarsi, bere acqua e masticare una chewingum.

Fame Nervosa Rimedi

Le cause della fame nervosa possono essere diverse: stress, preoccupazioni, noia, tristezza…

Il cervello solitamente va alla ricerca di zuccheri, cioccolato e cibi grassi che possano dare un senso di soddisfazione e appagamento.

La fame nervosa è spesso una manifestazione di insoddisfazione in cui il cibo diventa la coccola che ci aiuta a superarla.

Ma si sa che il cibo non è in grado di dare una vera e propria consolazione… ed anzi può causare molti problemi.

Mangiare sempre è un’abitudine poco salutare e predispone ad ingrassare con effetti negativi per tutto l’organismo.

Come ridurre la fame nervosa con rimedi naturali?

Non è facile riconoscere la fame nervosa, soprattutto se stiamo vivendo un periodo difficile ma non ce ne accorgiamo perché ne siamo completamente immersi.

Ciò che conta è chiedersi sempre se ciò che si desidera mangiare sia un capriccio, un confort oppure tuo reale bisogno di mangiare.

Per contrastare la fame nervosa il consiglio è quello di cercare di razionalizzare il proprio comportamento scorretto per risolvere eventuali problemi che ci affliggono.

E se il problema non ha soluzione, allora sempre meglio distogliere la mente e muoversi, facendo un pò di sport anziché aprire il frigo!

A volte basta riordinare il proprio armadio o uscire a fare una passeggiata.

Prima di mangiare per impulso chiediti se hai davvero fame o se senti solo il bisogno di masticare qualcosa.

Aspetta almeno dieci minuti prima di concederti uno snack e se il senso di fame sarà passato, significa che sei preoccupato o angosciato per qualcosa che ti turba.

Se credi di non riuscire a gestire la fame da solo, allora potresti provare anche degli integratori antifame, in grado di sedare gli attacchi di fame donando un piacevole senso di sazietà.

Contro la Fame Segui un’Alimentazione Sana ed Equilibrata

Per ridurre la fame fuori dai pasti è necessario prima di tutto seguire un’alimentazione sana ed equilibrata.

Potrebbe sembrarti un concetto scontato ma sappi che se provi spesso il senso di fame, questo potrebbe essere causato anche dal tipo di alimentazione sballata.

Non è importante quanto mangiamo ma cosa mangiamo.

Se non si assimilano i nutrienti di cui ha bisogno il nostro organismo, anche poche ore dopo un pasto abbondante ci si può sentire affamati.

Il giusto apporto di macronutrienti deve seguire un rapporto bilanciato tra grassi, proteine e carboidrati.

La loro distribuzione dovrebbe essere:

  • Grassi 40%
  • Proteine 30%
  • Carboidrati 30%

Cercare di equilibrare i macronutrienti in modo corretto è molto importante non solo per la dieta ma anche per il senso di fame.

Quando si mangiano troppi grassi e carboidrati infatti la sensazione è quella di gonfiore e sonnolenza.

Quando invece si mangiano troppe proteine ci si sente insoddisfatti e si tende ad integrare mangiando anche dopo aver concluso il pasto.

La fame potrebbe essere anche causata dall’abitudine di saltare i pasti.

Molte persone a causa di impegni o degli orari di lavoro, si dimenticano di mangiare o per comodità decidono di fare un unico pasto la sera.

A cena poi ci si ritrova affamati e si ritrova a mangiare eccessivamente.

Questa cattiva abitudine induce il metabolismo ad accelerare e a rallentare in maniera forzata e a lungo andare può causare diversi danni.

Per seguire una dieta sana ed equilibrata ed evitare gli attacchi di fame è fondamentale non saltare i pasti, cercando sempre di fare colazione, gli spuntini a metà mattina e metà pomeriggio, il pranzo e la cena.