Dieta Flessibile® Italia
La Dieta Senza Stress

Fabbisogno Proteico Giornaliero

0 232

Per parlare di fabbisogno proteico giornaliero bisogna prestare molta attenzione.

Si tratta di un argomento spinoso, come lo sono oramai tutti quelli che fanno riferimento alla corretta alimentazione.

Il motivo deriva dal fatto che esistono molteplici teorie al riguardo e che sono l’una il contrario dell’altra.

C’è da considerare poi che, nell’immaginario collettivo, il fabbisogno proteico giornaliero si scontra con il tema di quanta carne mangiare e tutto diventa ancora più complicato.

Cosa è giusto sapere circa il fabbisogno proteico giornaliero? Cosa sono le proteine?

Lo scopriamo in questo approfondimento.

Cosa Sono le Proteine?

Prima di capire qual è il tuo fabbisogno proteico giornaliero dobbiamo soffermarci su una domanda fondamentale: cosa sono le proteine?

Se la prima risposta che ti viene in mente riguarda “quelle sostanze che assumi mangiando carne” ci siamo quasi.

Effettivamente la risposta è corretta ma incompleta.

Le proteine sono molecole costituite da amminoacidi, si trovano in tutte le cellule e sono fonte di idrogeno, carbonio, azoto e zolfo.

Si dividono in proteine animali e proteine vegetali e hanno un valore importante per la nostra alimentazione perché tra le tante funzioni ci forniscono il carburante necessario a produrre energie.

Quali sono le proteine?

Le proteine sono tantissime e si distinguono principalmente in base alla loro composizione e alla loro funzione.

Difatti esistono quelle da trasporto, quelle regolatrici e quelle di difesa.

Ci sono poi le proteine strutturali che, come la cheratina, consentono a capelli e unghie di crescere sani e forti.

Inoltre ci sono le proteine di riserva fonte di aminoacidi, per darci la forza quando abbiamo carenze alimentari e fisiche.

Le proteine enzimatiche, invece sono quelle che contribuiscono al corretto svolgimento delle funzioni corporee agendo come un acceleratori.

Infine esistono le proteine mobili come l’actina e la miosina che rendono possibili le contrazioni dei nostri muscoli.

Come avrai notato i tipi di proteine che esistono sono tantissimi e svolgono tutte funzioni davvero importanti per la nostra vita.

Ecco perché è fondamentale avere chiaro cos’è il fabbisogno proteico giornaliero e come gestirlo al meglio.

Quanti Grammi di Proteine al Giorno?

Se ci hai fatto caso le etichette dei più comuni alimenti mostrano sempre la loro composizione, a partire da ingredienti, apporto calorico e composizione chimica.

Tra queste informazioni sono indicate anche le fonti proteiche che, molto spesso passano in secondo piano rispetto ai grassi e ai carboidrati.

Questo perché siamo portati a pensare che le proteine esistano solo in carne, latte e formaggi.

La verità è che esse sono presenti anche nei vegetali ma, a differenza di quelle animali, esse sono dette incomplete perché presentano una minor fonte di amminoacidi.

Per capire di quante proteine abbiamo bisogno dobbiamo sapere che tipo di alimentazione è indicata per il nostro corpo.

Fabbisogno Proteico Calcolo

La dose giornaliera di proteine che gli esperti raccomandano è proporzionale al peso corporeo secondo una formuletta molto semplice da applicare e che ti riportiamo qui di seguito.

Ti basta infatti moltiplicare il tuo peso per 0.8 e otterrai il tuo fabbisogno proteico giornaliero.

Trattandosi di una formula semplice, tuttavia, devi sapere che essa non tiene conto di variabili importanti e che determinano il caso specifico.

Difatti in alcuni casi il risultato è maggiore rispetto all’apporto calorico di cui il soggetto ha bisogno e in altri è minore.

Un esempio è quello delle donne in gravidanza o degli atleti che, pur pesando di più per ovvie ragioni, hanno bisogno di un apporto calorico commisurato alla loro condizione.

Ecco perché per calcolare il fabbisogno proteico bisogna tenere in considerazione anche quanti grassi puoi mangiare, che tipo di stile di vita hai e come è conformato il tuo organismo in termini di massa magra e massa grassa.

Proteine e Dimagrimento

Il modo migliore per non sbagliare è quello di farsi stilare una dieta specifica per le nostre esigenze, partendo da un’analisi di tipo impedenziometrico e parlando con il nutrizionista delle nostre abitudini.

Meglio non fare da sé perché le conseguenze possono essere disastrose.

Diffida da regimi alimentari che mirano a eliminare completamente un nutriente o che ti forzano ad assumerne troppo.

Alcune diete a base di sole proteine o di sole fibre vegetali, alla lunga, possono creare condizioni davvero difficili da recuperare.

Scegli sempre l’equilibrio e laddove hai dubbi non esitare a chiedere agli esperti.

Per esempio, se hai domande sull’argomento, lasciaci un commento e ti daremo il nostro parere!