Dieta Flessibile® Italia
La Dieta Senza Stress

Fibre Solubili e Insolubili

0 387

Hai mai sentito parlare di fibre solubili ed insolubili?

In un altro nostro articolo dedicato alle fibre nell’alimentazione abbiamo anticipato che le fibre sono di due tipi e che generalmente sono distinte proprio tra quelle solubili e quelle insolubili.

Oggi ci concentriamo su questa differenza per capire ancora meglio l’importante potere delle fibre nella nostra alimentazione, soprattutto per chi deve dimagrire e migliorare l’aspetto del corpo rispetto a depositi adiposi e cellulite.

Differenza tra Fibre Solubili e Insolubili   

Per distinguerle tra loro servirebbero anni e interi trattati scientifici sull’argomento.

Noi semplificheremo il tutto partendo dalle differenze generali tra fibre solubili ed insolubili e che riguardano la loro speciale composizione organica.

Le fibre solubili sono quelle che assorbono acqua e fermentano grazie alla microflora intestinale.

Quelle insolubili assorbono poca acqua e non sono sintetizzate nell’intestino.

Cosa ci dice questa differenza?

Entriamo nel focus del discorso conoscendo da vicino ogni tipologia di fibra esistente.

Prima di procedere devi sapere che esistono anche le fibre miste, ovvero quelle che sono a metà tra le fibre solubili e quelle insolubili.

Fibre di questo genere come la psyllum sono utili per regolarizzare l’intestino, magari di chi soffre di alti e bassi e di colon irritabile.

Fibre Solubili Quali Sono?  

Come anticipato le fibre solubili sono quelle che hanno la capacità di assorbire acqua.

Per questo risultano resistenti alla digestione e sono particolarmente indicate a chi deve dimagrire dato che fermentano.

Danno vita nell’intestino ad un gel viscoso che aiuta a controllare il morso della fame ma anche a controllare il livello d colesterolo nel sangue e a ridurre l’assorbimento degli zuccheri.

Avrai ben capito che sono le fibre ideali per chi deve dimagrire e soffre di fame nervosa dato che aiutano a controllare l’impulso di mangiare dando un piacevole senso di sazietà.

Questo tipo di fibre è presente maggiormente in frutta e verdura e sono le migliori alleate per una dieta ipocalorica che dia effetti visibili da subito.

Fibre Insolubili Dove Si Trovano?

Le fibre insolubili, invece, assorbono molta meno acqua e sono un vero toccasana per il nostro organismo, soprattutto per quanto riguarda la regolarità del transito intestinale.

La loro particolarità è quella di favorire l’aumento del volume delle feci senza provocare eccessivo gonfiore, motivo per cui il transito intestinale si velocizza e donano subito un piacevole benessere post evacuazione.  

Si trovano per lo più negli alimenti come ortaggi e cereali e vanno consumate sì ma con moderazione.

Difatti le fibre sono un valido aiuto per la dieta ma devono essere ben bilanciate con tutti gli altri ingredienti con il fine di perseguire un’alimentazione ricca e variegata.

Nelle diete pericolose che promettono effetti di breve durata, infatti, si consiglia di assumere solamente fibre solubili con lo scopo di drenare l’intestino ed il corpo.

Se questa pratica è ripetuta nel tempo ti sentirai stanco e affaticato oltre a percepire una fastidiosa disidratazione dato che il tuo corpo evacuerà più di frequente.

Per questo è opportuno sempre seguire un regime alimentare variegato senza eccedere, pur riconoscendo l’alto valore delle fibre per la nostra nutrizione.