Dieta Flessibile® Italia
La Dieta Senza Stress

Cos’è il Metabolismo Basale?

0 14

Cos’è il metabolismo basale come si calcola? In questo articolo scopri tutto quello che c’è da sapere sul fabbisogno energetico e sul BMR

Il nostro organismo per funzionare ha bisogno costantemente di energia, che ricava dai nutrienti dei cibi che mangiamo.

Anche se apparentemente siamo a riposo, ad esempio restiamo fermi senza fare niente per tanto tempo, il corpo consuma energia per mantenere le funzioni metaboliche vitali.

Il metabolismo basale è definito come la quantità di energia che consuma l’organismo a riposo, quando è a digiuno.

In pratica si tratta del minimo dispendio energetico che serve al corpo per mantenere le funzioni vitali.

Questo valore può variare molto da persona a persona in base ad una serie di parametri, come ad esempio la forma fisica, lo stile di vita, il grado di allenamento, l’età e il sesso.

Mantenerlo alto è molto importante per bruciare più calorie e restare in forma, ma non sempre si sa come fare…

Vediamo più nello specifico a cosa serve il metabolismo basale come si fa a calcolarlo e come è possibile aumentarlo.

Metabolismo Basale Definizione

La dieta di ognuno di noi deve soddisfare il fabbisogno energetico, ovvero la quantità di energia (calorie) che serve per l’accrescimento, l’attività fisica, la termoregolazione, l’utilizzazione degli alimenti ed il metabolismo basale.

Il metabolismo basale (BMR o MB) è la quantità minima di energia che utilizza l’organismo a riposo fisico e mentale, in stato di veglia e a digiuno da almeno 12 ore.

In altre parole è quell’energia, espressa in calorie, che serve per mantenere i processi vitali attivi, quando il corpo è totalmente rilassato.

Il mantenimento del battito cardiaco, la respirazione, le funzioni cerebrali, il metabolismo epatico, il mantenimento del tono muscolare, la funzione renale, sono tutti esempi di funzioni vegetative che consumano energia a riposo.

La quantità di energia necessaria al mantenimento di tutti questi processi vitali dipende da diversi fattori fra cui:

  • Età – I giovani hanno un dispendio maggiore di energia rispetto agli anziani
  • Sesso – In genere gli uomini hanno un MB più alto rispetto alle donne
  • Stile di vita – Chi ha una vita sedentaria ha un dispendio energetico minore rispetto a chi pratica attività fisica
  • Costituzione fisica – Una maggiore superficie corporea ed un’alta percentuale di massa magra, richiedono una quantità di energia maggiore
  • Stato nutrizionale – Il MB diminuisce quando si seguono diete ipocaloriche o si digiuna
  • Temperatura esterna – Il corpo utilizza meno energia per la sua termoregolazione quando la temperatura esterna è alta e viceversa
  • Stati fisiologici particolari e fattori ormonali
  • Utilizzo di farmaci

Calcolo Metabolismo Basale

Come calcolare il metabolismo basale (MB)?

Esistono diverse formule matematiche che permettono di fare questo calcolo, anche se per ottenere un risultato preciso è consigliato rivolgersi al dietologo o al nutrizionista.

L’operazione infatti risulta difficile in quanto andrebbero presi in considerazione diversi parametri.

Se vuoi ricevere una consulenza ed usufruire del coaching nutrizionale per uomo e donna clicca nel bottone qui sotto:

Se si vuole comunque avere un’idea di qual è il proprio metabolismo basale si possono applicare queste due formule a seconda del sesso:

  • Uomini 1 kcal x kg peso corporeo x 24 ore= kcal
  • Donne 0,95 kcal x kg peso corporeo x 24 ore= kcal

Per una donna che pesa 65 kg ad esempio l’MB si calcola facendo 0,95 kcal x 65 x 24 ore = 1482 kcal al giorno

Mantenere un MB alto è molto importante per mantenersi in forma.

Chi ha un metabolismo basale basso infatti consuma meno calorie ed ingrassa più facilmente.