Dieta Flessibile® Italia
La Dieta Senza Stress

I Migliori Esercizi per Addominali Bassi

0 127

Vuoi conoscere quali sono i migliori esercizi per addominali bassi? Prima di scoprire come procedere ad un allenamento efficace dell’addome, come sempre, faremo una piccola premessa.

Gli addominali bassi sono quelli che comprendono la parte del retto dell’addome ma l’argomento crea sempre una certa confusione perché in realtà il muscolo non si distingue in due zone. Il retto dell’addome, in realtà, è costituito da un unico grosso muscolo che, a sua volta, è formato da due muscoli paralleli.

Quindi quando facciamo gli addominali lavoriamo su tutto il muscolo anche se, variando esercizio, attiviamo in proporzione maggiore o minore le diverse zone.

Senza scendere troppo nei dettagli è chiaro che ti interessa lavorare su questa porzione di addome per eliminare la “pancetta” e, quindi, vediamo quali sono i migliori esercizi per tonificare gli addominali bassi.

Come Fare gli Addominali Bassi?  

Gli addominali sono uno di quegli esercizi che più tra tutti finiscono nel calderone dei falsi miti e delle leggende e, quindi, c’è una certa disinformazione sull’argomento.

Per avere un addome piatto e scolpito gli addominali possono aiutare ma non sembra che possano essere così efficaci come siamo spesso portati a credere.

Quindi si, possono dare un miglioramento ma non provocano mai un cambiamento netto.

Molto dipende dalla colonna vertebrale e da quelli che sono chiamati dismorfismi che sono irreversibili e che consiste nella curvatura verso l’esterno.

Questa forma può essere migliorata con ginnastica e fisioterapia ma i miglioramenti saranno minimi.

Quindi le tecniche di allenamento per lavorare sugli addominali si fondano su due teorie.

La prima crede che muovendo un muscolo con un certo carico di lavoro si vada ad intaccare il grasso che sovrasta il muscolo.

La seconda ritiene che lavorando in velocità e con poco recupero si vada ad intaccare il grasso al posto degli zuccheri causando, di conseguenza, il dimagrimento.

Il punto è che non esiste il dimagrimento localizzato e, quindi, gli addominali sono un’attività motoria che contribuisce a bruciare grassi in tutto il corpo.

Allenamento ed Esercizi Addominali Bassi         

Il retto dell’addome è un muscolo che sfrutta il sistema ossidativo per la produzione di energia e, quindi, per aumentarne la massa e tonificarlo occorre allenarlo come qualsiasi altro muscolo.

Quindi occorre ragionare con il proprio trainer sulle posizioni migliori per allenarsi, sul numero di esercizi e sulle ripetizioni, nonché sui tempi di recupero.

Si consiglia di partire con allenamenti a carico naturale per passare poi all’aumento di intensità aggiungendo stimoli, ovvero pesi per potenziare lo sforzo.

La scelta di allenamento potrà ricadere in schede ad alta intensità a velocità controllata o su ripetizioni veloci, con pochissimo recupero, come il Tabata Training.

Le teorie sono così tante sull’argomento che faresti meglio a contattare un personal trainer e a farti elaborare una scheda di allenamento cucita sulle tue esigenze.

Se trovi schede di allenamento valide per tutti online lascia perdere perché l’attività motoria, così come la dieta, è una questione puramente personale.

Allenamento Addominali Bassi: ogni quanto?

Il miglior allenamento è quello che prevede costanza e riposo. Quindi anche in questo caso non c’è una risposta unica, valida per tutti ma una serie di considerazioni che valgono a livello generale.

Difatti non bisogna mai sovraccaricare il fisico con allenamenti intensivi e continuativi perché occorre dare il giusto tempo ai muscoli per poter riposare.

Certo è che un allenamento blando a settimana non porta risultati sperati.

Inoltre le sessioni di allenamento degli addominali dovrebbero sempre essere inserite in un contesto che coinvolga tutto il corpo, senza dimenticare schiena, braccia e gambe.