Dieta Flessibile® Italia
La Dieta Senza Stress

Pranzi Leggeri e Veloci

0 444

Come organizzare Pranzi Leggeri e Veloci senza sgarrare con la dieta e seguendo un’alimentazione bilanciata e variegata?

Purtroppo è difficile gestire il pranzo fuori casa oppure mangiare bene quando si ha troppo poco tempo per farlo.

Per questo oggi vediamo alcuni consigli per Pranzi Veloci e Leggeri e cosa mangiare quando si ha a disposizione poco tempo per cucinare.

Idee Pranzo Salutare e Veloce       

I Pranzi Leggeri e Veloci sono, almeno per noi, pasti in cui assumi il corretto apporto calorico suddiviso per il giusto quantitativo di carboidrati, proteine e grassi.

Ovviamente non devono mai mancare anche i micro-nutrienti come minerali e vitamine dato che sono ugualmente importanti per la nostra salute.

Ma queste sono cose che già sai.

Allora come si può mangiare in maniera salutare stando fuori casa e senza avere una cucina a disposizione?

Pranzo in Ufficio Cosa Mangiare?

Per scegliere giornalmente il menù è importante capire se si ha a disposizione un forno a microonde in ufficio.

In quel caso infatti potrai preparare qualsiasi pietanza e poi riscaldarla al momento della pausa pranzo.

Certo questo richiede di preparare il pasto magari almeno la sera prima, ma permette sicuramente di consumare pasti più leggeri e salutari.

Pur recandoti nel miglior ristorante al mondo, ogni giorno a pranzo, infatti mangerai in maniera molto più condita e calorica e questo, alla lunga, non fa affatto bene.

Quindi se desideri portarti il pranzo, il nostro consiglio è quello di fare un menu settimanale e di programmare la spesa e la preparazione con cadenza giornaliera.

Meglio sempre trasportare il pasto scondito e aggiungere eventuali oli o spezie al momento del pasto per una migliore conservazione.

Se invece non si possiede un forno a microonde per riscaldare dei pranzi sani e vari, eccoti qualche idea per squisiti pranzi veloci e leggeri da consumare freddi.

Insalate di farro, cereali, legumi e riso

L’insalata è il pasto che più tra tutti comporta rapidità di preparazione, gusto e praticità di trasporto.

Si tratta di un pasto sicuramente poco calorico ma rispettando certe condizioni:

Abbinamenti: ci sono alcuni elementi che si ritiene vadano abbinati perché sono un “pasto sano e leggero”, come la mozzarella e il pomodoro ma che dal punto di vista nutrizionale non soddisfano a pieno le nostre esigenze. Per questo nella scelta delle tue insalate bilancia con cura fibre, grassi e proteine e se stai seguendo una dieta scegli ingredienti ipocalorici sani. Per esempio usa il tonno al naturale al posto di quello all’olio oppure prediligi formaggi light. Le insalate più invernali sono quelle a base di cereali e legumi da legare a una porzione di proteine e ad un bell’incontro di verdure di stagione.

Condimenti: occhio a non salare troppo! L’insalata dà la falsa illusione di consumare un piatto non dannoso per la dieta. Tuttavia aggiungendo pollo fritto, maionese, crostini di pane e olio in quantità l’apporto calorico e i grassi saliranno alle stelle, per cui pur mangiando un’insalata starai assumendo le medesime calorie saziandoti meno. Per evitare questo fastidioso effetto stabilisci che la quantità di verdure deve essere doppia o tripla rispetto agli altri ingredienti. Per esempio abbonda di lattuga, spinaci o verdure a foglie verdi e riduci legumi, grassi e oli.

Pane: il pane può essere un alleato o un sanguinario nemico della dieta. Per mangiarlo senza fare “danni” prediligi quello scuro al pane bianco perché hanno indici glicemici molto differenti e saziano entrambi. Il pane scuro, tuttavia, è ricco di fibre e non fa schizzare in alto la glicemia, mentre quello bianco è calorico e zuccheroso. Mangiare troppo pane ci fa sentire un piacevole senso di sazietà ma anche sonnolenza e debolezza, riducendo la nostra capacità di produttività a lavoro. Inoltre fa innalzare i livelli di zucchero nel sangue e il nostro corpo provvederà a smaltirli anziché concentrarsi sullo smaltimento dei grassi.

Panini, come farli?

Il panino è una soluzione veloce per un pasto soddisfacente fuori casa nell’ottica di pranzi veloci e leggeri. Difatti richiede una minima preparazione ed è gustoso, saziante, gratificante. Una o due volte a settimana puoi inserire un panino per pranzo ma rispettando determinate condizioni.

La prima cosa che devi controllare è la scelta del pane che, per non sgarrare, ti consigliamo di scegliere integrale. Poi pesalo e prediligi fette di pane alte massimo mezzo centimetro, mangiando massimo 60 grammi. Nel panino non inserire un solo ingrediente ma scegli un mix di tre alimenti da abbinare, due vegetali e uno a base di proteine. Non è importante che le proteine siano per forza animali perché puoi scegliere tra carni bianche, uova, pesce, legumi e erbe come la quinoa, che di proteine ne contiene tante.

Infine assicurati che gli ingredienti comprendano un alimento umido, in modo da lasciare il pane morbido e fresco per quando arriverà l’ora di pranzo. Abbinalo ovviamente ad un frutto e il gioco è fatto.

Frutta: come portarla fuori casa?

La frutta è un’ottima scelta per fare spuntini sani a metà pomeriggio e metà mattina.

La frutta infatti ci offre tutto quello di cui abbiamo bisogno ed è uno spuntino completo, dissetante e salutare.

Ma come portarla fuori casa? Come si conserva meglio?

Il primo consiglio è di scegliere sempre la frutta di stagione da portare in un contenitore dentro il quale mettere una fettina di limone.

Questo eviterà non solo la produzione di batteri, ma aiuterà a conservare meglio il frutto fino a che non lo mangerai, coprendo anche gli eventuali cattivi odori.

Ricorda di portare con te un coltello per sbucciare la frutta al momento.

Secondi freddi

Se hai voglia di pranzi leggeri e veloci ma pur sempre gustosi ecco quali sono gli abbinamenti salutari e pratici che puoi portare a pranzo in ufficio:

  • Frittate (abbinate agli ingredienti che più ti piacciono come asparagi, zucchine, patate, cavolo ecc…)
  • Involtini (arrotola rucola e scaglie di grana in fettine di petto di pollo o tacchino, prosciutto magro)
  • Polpette e polpettoni
  • Torte salate
  • Sformati

Questi secondi li prepari in un baleno il giorno prima e si mantengono buonissimi, anche a temperatura ambiente.

Altre insalate

Se poi volessi unire il gusto delle insalate alla loro praticità ecco alcuni abbinamenti che potrebbero interessarti per le tue pause pranzo.

  • Salmone e patate
  • Patate, fagiolini, merluzzo
  • Cavolo e uova sode
  • Lattuga, pere, noci, gorgonzola
  • Tonno, ceci, pomodori
  • Zucchine, lenticchie, quinoa e pomodori